I nostri consigli

  • Come sostenere un colloquio di lavoro

Il colloquio di lavoro é il momento più delicato nella ricerca di un lavoro.
Il suo scopo è di valutare, oltre alla preparazione tecnica e specifica, anche la personalità e la professionalità del candidato. Superata la prima fase del processo di selezione, in cui il curriculum è stato letto e apprezzato, ora è importante affrontare il colloquio nel modo giusto. Non esiste una ricetta valida per tutti, ma un insieme di buone regole che ci consentono di gestire la situazione in maniera ottimale.

 

Prima del colloquio
Per non arrivare impreparato: 

  • informati sull’azienda alla quale ti stai proponendo (di cosa si occupa e il posizionamento rispetto ai competitor);

  • porta con te una copia aggiornata del curriculum e una foto tessera; 

  • non arrivare in ritardo, ma evita anche di arrivare con troppo anticipo, e non mostrare impazienza se devi attendere.

 

Durante il colloquio

  • Durante il colloquio non essere né aggressivo né remissivo. 

  • Ascolta attentamente il tuo interlocutore e se necessario rifletti qualche secondo prima di rispondere; se non sei sicuro di aver capito la domanda, chiedi spiegazioni.

  • Rispondi con semplicità e sincerità a tutte le domande che ti vengono poste, anche se ti possono sembrare banali o fuori luogo: servono per inquadrare la tua personalità. Nel lavoro non conta solo la preparazione e la competenza, ma anche il modo di relazionarsi con gli altri (i colleghi, i clienti, i superiori, i collaboratori, ecc…).

  • Punta su elementi che assicurino al selezionatore l’effettivo desiderio di svolgere quella mansione anche in futuro, magari con responsabilità crescenti. E’ fondamentale essere motivati, la mancanza di motivazione è una delle cause più frequenti di insuccesso di un colloquio, le capacità tecniche ad esempio, sono migliorabili anche in seguito.

  • Guarda in faccia chi ti parla, non sfuggirgli, non guardarti attorno e non abbassare lo sguardo continuamente, non cercare complicità ma trasparenza. Cerca di sorridere e di comunicare con il corpo apertura e disponibilità: niente braccia conserte o pugni serrati.

  • Non fare subito domande sulla parte economica, ma lascia che l’argomento venga affrontato dal selezionatore: ricordati che in genere viene trattato in un colloquio successivo.

  • Saluta cordialmente, una stretta di mano calorosa e un sorriso lasciano sempre un buon ricordo; ringrazia e chiedi quali saranno i passi successivi. Non mostrarti impaziente di avere una risposta. Se stai valutando altre proposte, fallo presente con gentilezza.


              Gli errori da evitare:

  • Vestirsi in maniera trasandata o troppo elegante.

  • Gesticolare in modo eccessivo.

  • Fumare o masticare la gomma americana.

  • Essere prolissi.

  • Fare i primi della classe.

  • Sbirciare tra i fogli del selezionatore.

  • Mostrarsi irritabili o furbi o disonesti o scorretti.

  • Parlar male degli assenti o delle imprese concorrenti o di quelle dove si è lavorato.

  • Mostrarsi eccessivamente sicuri o nervosi.

  • Chiedere immediatamente l’esito del colloquio.

              I comportamenti da adottare:

  • Arrivare con qualche minuto di anticipo.

  • Vestirsi in modo semplice e ordinato.

  • Stretta di mano né troppo forte, né troppo debole.

  • Informarsi sull’azienda prima del colloquio.

  • Prepararsi ad illustrare il proprio curriculum.

  • Ricordare il nome dell’intervistatore.

  • Prima di sedersi, attendere che lo faccia l’intervistatore.

  • Saper ascoltare.

  • Tenere sotto controllo i movimenti del proprio corpo.

  • Parlare degli aspetti economici solo dopo che il selezionatore fa una proposta retributiva.

Non ci resta che augurarti…. Buona Fortuna!

  • Consigli per una corretta compilazione del tuo curriculum

Il più delle volte il curriculum vitae è utilizzato come primo criterio di selezione, per cui è importante evidenziare i tuoi dati personali, gli studi, le esperienze di lavoro, le competenze maturate, gli stage, gli hobby e/o il lavoro volontario. Cerca di strutturarlo in modo completo e redigilo in stretta correlazione all’annuncio per il quale ti stai candidando. Mediamente un selezionatore impiega non più di 30 secondi a leggere un c.v. per cui, pur inserendo tutte le notizie su te stesso, evita di dilungarti su cose/situazioni che non riguardano la posizione per cui ti sei candidato.

Lettera di Presentazione

Una buona lettera di presentazione e candidatura deve attirare l’attenzione ed invitare alla lettura, precede il tuo curriculum vitae ed è importante tanto quanto esso. Esprime la tua idoneità per la posizione per la quale ti candidi e rende chiara la tua motivazione, il tuo atteggiamento positivo e le tue aspirazioni professionali.  Spiega esattamente perché ti candidi, cosa ti spinge al cambiamento, il tempo del preavviso (se già hai un lavoro), e la tua disponibilità. Una buona idea è quella di farla leggere a una persona di fiducia. È più sicuro scrivere la lettera di presentazione al computer, a mano solo se è espressamente indicato nell’annuncio.

 

L3 RICERCA E SELEZIONE

Via Vecchia Ferriera, 57 - 36100 Vicenza
0444870670 - 3440695603
hr@studiolabor.eu
Orari di apertura: dal Lunedì al Venerdì dalle ore 09.30 alle ore 13.00 e dalle ore 14.00 alle ore 18.30

Segui i nostri Social Network dedicati alla Ricerca e Selezione del Personale:

  • Facebook
  • LinkedIn Icona sociale
Esecutivo_Logo_LaborTre.png

Scarica la nostra Brochure

Labortre Studio Associato

info@studiolabor.eu

0444870670

Via Vecchia Ferriera, 57
Vicenza, 36100
Italia

Orari di apertura:

da Lunedì a Venerdì 

dalle ore 08.30 alle ore 13.00

e dalle ore 14.00 alle ore 17.30.

Mercoledì chiuso al pubblico.

  • Facebook Icona sociale
  • LinkedIn Icona sociale