FINE STATO DI EMERGENZA: NOVITA'


Il Consiglio dei Ministri ha approvato il 17 marzo 2022 un nuovo Decreto Covid, confermando la road map che ci guiderà all’abbandono completo del green pass e della mascherina a partire dal 1° maggio 2022.


Il 31 marzo 2022 cesserà lo Stato di emergenza.


Dal 1° aprile 2022:

  • abbandono del green pass per tavoli all’aperto di bar e ristoranti, negozi, uffici pubblici, poste, banche, metro e bus.

  • basterà il green pass base (tampone negativo) per accedere a mense, concorsi, corsi di formazione, stadi e concerti all’aperto e per i trasporti a lunga percorrenza (navi, treni ecc.);

  • non sarà più richiesto il green pass rafforzato per gli over 50.

Accesso luogo di lavoro

Dal 1° aprile sarà possibile per tutti, compresi gli over 50, accedere ai luoghi di lavoro con il Green Pass Base per il quale dal 1° maggio viene eliminato l’obbligo.

Inoltre a decorrere dal 1° aprile 2022 i lavoratori che comunichino di non essere in possesso della certificazione verde COVID - 19, o ne siano sprovvisti al momento di accesso nel luogo di lavoro, al fine di tutelare la salute e la sicurezza dei lavoratori nel luogo di lavoro, sono considerati assenti ingiustificati fino alla presentazione della certificazione, questo non oltre il 30 aprile 2022.


Green pass rafforzato

A decorrere dal 1° aprile 2022, sull’intero territorio nazionale, è consentito esclusivamente ai soggetti in possesso delle certificazioni verdi COVID – 19 da vaccinazione o guarigione, cosiddetto green pass rafforzato, l’accesso ai seguenti servizi e attività:

  • servizi di ristorazione svolti al banco o al tavolo, al chiuso, da qualsiasi esercizio, ad eccezione dei servizi di ristorazione all’interno di alberghi e di altre strutture ricettive riservati esclusivamente ai clienti ivi alloggiati;

  • piscine centri natatori, palestre, sport di squadra e di contatto, centri benessere, anche all’interno di strutture ricettive, per le attività che si svolgono al chiuso;

  • convegni e congressi;

  • centri culturali, centri sociali e ricreativi, per le attività che si svolgono al chiuso e con esclusione dei centri educativi per l’infanzia, compresi i centri estivi e le relative attività di ristorazione;

  • feste e comunque denominate;

  • attività di sale gioco;

  • attività che abbiano luogo in sale da ballo, discoteche e locali assimilati;

  • partecipazione del pubblico agli spettacoli aperti al pubblico


Dispositivi di protezione delle vie respiratorie

Fino al 30 aprile 2022 è fatto obbligo di indossare i dispositivi di protezione delle vie respiratorie di tipo FFP2 nei seguenti casi:

  • per l’accesso ai seguenti mezzi di trasporto e per il loro utilizzo:

o aereomobili;

o navi e traghetti;

o treni impiegati nei servizi di trasporto ferroviario passeggeri di tipo interregionale, Intercity, Intercity notte e Alta velocità;

o mezzi di trasporto scolastico dedicato agli studenti di scuola primaria, secondaria di primo grado e di secondo grado;

o autobus adibiti a servizi di trasporto di persone;

o autobus adibiti a servizi di noleggio con conducente;

o mezzi impiegati nei servizi di trasporto pubblico locale o regionale;

  • per l’accesso a funivie;

  • per gli spettacoli aperti al pubblico che si svolgono in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche, locali di intrattenimento e musica dal vivo e in altri locali assimilati

Fino al 30 aprile 2022:

  • in tutti i luoghi al chiuso diversi da quelli appena esposti e con esclusione delle abitazioni private, è fatto obbligo, sull’intero territorio nazionale, di indossare dispositivi di protezione delle vie respiratorie;

  • in sale da ballo, discoteche e locali assimilati, al chiuso, è fatto obbligo di indossare i dispositivi di protezione delle vie respiratorie, ad eccezione al momento del ballo.

Non hanno l’obbligo di indossare il dispositivo di protezione delle vie respiratorie:

  • i bambini di età inferiore ai sei anni;

  • le persone con patologie o disabilità incompatibili con l’uso della mascherina;

  • i soggetti che stanno svolgendo attività sportiva.


Autosorveglianza

Dal 1° aprile 2022 è fatto divieto di mobilità dalla propria abitazione o dimora alle persone sottoposte alla misura dell'isolamento per provvedimento dell'autorità sanitaria in quanto risultate positive al COVID - 19, fino all'accertamento della guarigione.

A coloro che hanno avuto contatti stretti con soggetti confermati positivi al COVID - 19 è applicato il regime dell'autosorveglianza, consistente nell'obbligo di indossare dispositivi di protezione delle vie respiratorie di tipo FFP2, al chiuso o in presenza di assembramenti, fino al decimo giorno successivo alla data dell'ultimo contatto stretto con soggetti confermati positivi al COVID - 19 e di effettuare un test antigenico rapido o molecolare per la rilevazione di COVID - 19, anche presso centri privati a ciò abilitati, alla prima comparsa di sintomi e se, ancora sintomatici, al quinto giorno successivo alla data dell'ultimo contatto.


Smartworking

Per concludere è stata prorogata la procedura semplificata per smartworking al 30 giugno 2022. La proroga consente ai dipendenti privati di ricorrere al lavoro da remoto, derogando ad accordi sindacali o individuali con l’azienda.


In allegato il Decreto.

Decreto cessazione stato di emergenza
.pdf
Download PDF • 286KB





87 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti