LAVORATORI EXTRACOMUNITARI: SEMPLIFICATA LA PROCEDURA DI IMMIGRAZIONE


Con il Decreto Legge 21 giugno 2022, n. 73 c.d. Decreto "Semplificazioni", sono state semplificate le procedure di rilascio del nulla osta al lavoro per i cittadini extracomunitari.


I datori di lavoro in mancanza di lavoratori già residenti in Italia in determinati settori, possono assumere personale extracomunitario entro le quote definite annualmente dalla programmazione dei flussi migratori.

Le tempistiche lunghe per l’assunzione di lavoratori extracomunitari impediscono ai datori di lavoro di rispondere rapidamente all’esigenza di coprire determinate posizioni lavorative.


Il nuovo termine entro cui viene rilasciato il nulla osta al lavoro è fissato in 30 giorni dalla data del 22 giugno 2022, per le domande presentate in relazione al decreto flussi.

Il nulla osta viene rilasciato anche qualora, nel richiamato termine di 30 giorni, non siano state acquisite informazioni relative agli elementi ostativi tra cui:

  • la preventiva verifica della indisponibilità di un lavoratore presente sul territorio nazionale per lo svolgimento delle attività da affidare al dipendente straniero;

  • l’idonea sistemazione alloggiativa da garantire al lavoratore extracomunitario.

In mancanza della documentazione, il nulla osta è rilasciato e consente al dipendente di lavorare.

Le disposizioni consentono di velocizzare i tempi di rilascio del nulla osta al lavoro.

In relazione al lavoro stagionale dei dipendenti extracomunitari, le semplificazioni fanno salvi i termini ridotti previsti dalla normativa sull’immigrazione, che fissa entro 20 giorni dalla data di presentazione dell’istanza il termine per il rilascio del nulla osta.


L’ulteriore semplificazione riguarda le tempistiche per l’ottenimento del visto di ingresso, richiesto sulla base del nulla osta al lavoro subordinato anche di tipo stagionale, essendo previsto il rilascio entro 20 giorni dalla data di presentazione della domanda.

Le richiamate semplificazioni trovano applicazione sia in relazione alle domande presentate sulla base del decreto flussi 2021, sia in relazione alle domande che saranno presentante in relazione al decreto flussi 2022 di prossima emanazione.

I termini ridotti di 30 giorni per il rilascio del nulla osta decorreranno dalla data di presentazione dell’istanza.


Le semplificazioni sull’ottenimento del permesso di soggiorno per motivi di lavoro trovano applicazione anche in relazione ai cittadini stranieri per i quali è stata presentata domanda diretta a instaurare in Italia un rapporto di lavoro subordinato nell’ambito e entro i limiti delle quote previste dal DPCM 21 dicembre 2021 che risultino presenti sul territorio nazionale alla data del 1° maggio 2022.


Le disposizioni che semplificano e consentono l’ottenimento del permesso di soggiorno per i richiamati lavoratori trovano applicazione purchè i cittadini stranieri, entro la data del 1° maggio 2022, soddisfino una delle seguenti condizioni:

  • essere stati sottoposti a rilievi fotodattiloscopici;

  • aver soggiornato in Italia precedentemente alla suddetta data, in forza della dichiarazione di presenza o di attestazioni costituite da documentazione di data certa proveniente da organismi pubblici.

I datori di lavoro una volta ottenuto il nulla osta al lavoro, possono assumere il dipendente senza la necessità di previo accertamento delle condizioni di cui ai precedenti punti, che saranno oggetto di verifica dello sportello unico per l’immigrazione.


In allegato il Decreto

Decreto Semplificazioni
.pdf
Download PDF • 213KB







8 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti