CODICE ALFANUMERICO UNICO DEI CCNL NEL FLUSSO UNIEMENS


Con la Circolare del 12 novembre 2021, n. 170 l’INPS ha dato attuazione al Decreto Semplificazioni, con cui è stato istituito il codice alfanumerico unico dei contratti collettivi nazionali di lavoro nel flusso Uniemens.


La predetta disposizione prevede che, nelle comunicazioni obbligatorie al Ministero del Lavoro e delle politiche sociali e nelle denunce retributive mensili all’INPS, il dato relativo al contratto collettivo nazionale di lavoro (CCNL) applicato al lavoratore venga indicato mediante il codice alfanumerico unico attribuito dal Consiglio Nazione dell’Economia e del Lavoro (CNEL).


Con la presente circolare:

  • si forniscono le seguenti indicazioni con particolare riferimento alle comunicazioni mensili dei datori di lavoro con matricola DM che applicano contratti collettivi nazionali di lavoro del settore privato;

  • si dispone il passaggio su Uniemens al codice alfanumerico unico del CNEL, fornendo le relative indicazioni operative per la sua valorizzazione.


Utilizzo del codice CNEL in Uniemens

A Partire dalla competenza dicembre 2021 sarà possibile valorizzare, per l’indicazione del contratto collettivo nazionale di lavoro applicato ai lavoratori del settore privato, il codice alfanumerico dei CCNL vigenti attribuito dal CNEL.


Si evidenzia che il codice attribuito dal CNEL si compone di quatto caratteri alfanumerici. Si è, quindi, adeguato il tracciato Uniemens, in modo da consentire la retrocompatibilità dei flussi Uniemens aventi competenza anteriore al mese di competenza sopra indicato (dicembre 2021), contenenti la diversa codifica INPS, e poter correttamente recepire eventuali flussi di variazione.


Periodo transitorio

Al fine di consentire una graduale transizione verso la nuova modalità di valorizzazione del dato relativo al CCNL, si prevede una fase di durata bimestrale in cui l’invio del dato potrà essere effettuato o con il nuovo codice alfanumerico unico del CNEL o con il codice INPS. Tale fase riguarda le competenze di dicembre 2021 e di gennaio 2022.


A regime, dalla competenza di febbraio 2022, la trasmissione del dato avverrà esclusivamente mediante il codice alfanumerico unico del CNEL.

Tale periodo transitorio è finalizzato a garantire il graduale passaggio alla gestione della nuova codifica da parte delle aziende.


Con successiva comunicazione l'Istituto provvederà a fornire istruzioni per i settori non disciplinati dalla presente circolare.


In allegato la Circolare.

Circolare Inps del 12 novembre 2021, n. 170
.pdf
Download PDF • 99KB


19 visualizzazioni0 commenti